Come caricare file via SCP da una macchina locale ad una remota

In questo precedente articolo abbiamo parlato del comando scp e di come scaricare file e cartelle da un server remoto avendo come destinazione la nostra macchina locale.

In questo articolo consideriamo invece lo scenario inverso: dobbiamo caricare su una macchina remota dei file presenti sul nostro computer locale.

Caricare file su un server remoto via SCP

L’esempio seguente mostra come inviare un file chiamato esempio.pdf nella directory remota del server. In questo esempio verrà copiato il file nella cartella home dell’utente remoto alessandro. Vediamo qui sotto l’esempio:

				
					scp esempio.pdf alessandro@192.168.1.80:
				
			

Se invece avessimo bisogno di specificare un percorso preciso in cui caricara il file, è sufficiente specificarlo dopo i due punti come nel seguente esempio:

				
					scp esempio.pdf alessandro@192.168.1.80:dir/
				
			

Teniamo sempre presente che il comando scp è stato ideato per mantenere la sintassi il più vicino possibile a quella del comando cp, quindi, la destinazione del file è sempre specificata alla fine del comando sia quando il file venga scaricato che quando venga caricato.

Caricare una directory su un server remoto via SCP

Per caricare una intera directory su un server remoto utilizzando il comando scp è sufficiente aggiungere il parametro -r al fine di inviare file ricorsivamente.

Nel seguente esempio carichiamo la directory chiamata my-local-folder nella cartella /tmp del server remoto.

				
					scp -r my-local-folder alessandro@192.168.1.80:/tmp
				
			

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Most Recent

Come ridurre la dimensione di un boltdb

Questo post parte da questa risposta ad una domanda posta sul repository ufficiale di boltdb. Nella domanda si chiede come ridurre la dimensione di un database

Come installare uno script Go su Ubuntu

Go è un linguaggio di programmazione nato in Google dalle mani di Robert Griesemer, Rob Pike e Ken Thompson. Sintatticamente è molto simile al C

Come trasferire chiamate tra interni su FreePBX

Molti telefoni hardware hanno già incorporato un pulsante che può essere utilizzato per il trasferimento delle chiamate tra interni, altri invece ne sono sprovvisti. Cosa